Patologie

Disturbo bipolare e Disturbi Correlati

La categoria “disturbo bipolare e disturbi correlati” comprende:
– il disturbo bipolare I che è caratterizzato da almeno un episodio maniacale che può essere preceduto o seguito da episodi ipomaniacali o depressivi maggiori;
– il disturbo bipolare II in cui non è presente alcun episodio maniacale ma almeno un episodio ipomaniacale e uno depressivo maggiore;
– il disturbo ciclotimico caratterizzato da periodi ipomaniacali e depressivi che però non soddisfano pienamente i criteri per un episodio ipomaniacale o depressivo. Tali sintomi sono presenti per almeno due anni negli adulti o un anno nei bambini e negli adolescenti. Nell’arco di questi due anni (un anno nei bambini e negli adolescenti), i periodi ipomaniacali e depressivi sono presenti per almeno la metà del tempo e l’individuo non sta senza sintomi per più di due mesi.
Il disturbo bipolare, chiamato in passato “sindrome maniaco-depressiva” è un disturbo caratterizzato da gravi alterazioni del tono dell’umore. Nella vita dell’individuo si alternano, infatti, episodi di elevazione del tono dell’umore (mania o ipomania) e di calo (episodi depressivi).

  • Text Hover

Nelle fasi maniacali o ipomaniacali sono presenti: umore anormalmente e persistentemente elevato, prodigalità e spese eccessive, aumento della velocità del pensiero o fuga delle idee, diminuzione del bisogno di sonno, autostima eccessiva e grandiosità, maggiore loquacità, distraibilità, aumento delle attività sociali, lavorative e/o scolastiche, sessuali o agitazione psicomotoria. Durante le fasi depressive, invece, i sintomi sono sovrapponibili a quelli di un episodio depressivo maggiore: umore depresso, diminuzione di interesse e piacere per le attività della vita quotidiana, sentimenti di autosvalutazione e colpa, alterazioni del sonno e delle abitudini alimentari, faticabilità e mancanza di energia, difficoltà di concentrazione, pensieri di morte.
La cura dei disturbi bipolari è centrata sul trattamento farmacologico il cui scopo è curare la sintomatologia attuale e di ridurre la frequenza e la gravità degli episodi ricorrenti; esso, quindi, è fondamentale anche nelle fasi di maggior benessere. Alla farmacoterapia viene associato il trattamento psicoterapico. Entrambi sono fondamentali per favorire un miglioramento del funzionamento psicosociale della persona.

Author


Claudia Tonelli

Claudia Tonelli

Dott.ssa Claudia Tonelli, Tecnico della Riabilitazione Psichiatrica